Olio di Alghe Omega 3 Vegan Vitality

header

Dopo aver provato un multivitaminico di Vegan Vitaly oggi vi parlo di un integratore di Omega 3.

Questo integrato a differenza di altri integratori è prodotto naturalmente dalle alghe, non dai pesci. Dato che i pesci contengono Omega 3 perché mangiano alghe, l’olio di alghe Vegan Vitality con Omega 3 viene ricavato direttamente da alghe direttamente e non da pesci.

Questo ti dà una fonte vegana di Omega 3, super concentrata ed a base di piante con tutti i vantaggi dell’olio di pesce, ma senza il pesce! Le capsule contengono la più alta quantità di Omega 3 disponibile, con 400mg DHA per capsula.

Omega 3

Più puro dell’olio di pesce

L’ olio non contiene nessuno dei contaminanti presenti nell’olio di pesce, come sostanze pericolose causate da metalli pesanti, PCB e diossine. inoltre non ha nessun odore di pesce!

100% Vegano

Olio Omega 3 Vegan di Vegan Vitality al 100% a base vegetale e coltivato in un ambiente privo di contaminazione al 100%. È adatto sia per i vegani che per i vegetariani alla ricerca di una nuova vitalità.

Considerazioni Finali

Io non seguo la filosofia vegana o vegetariana comunque solo dell’idea che un integrazione di vitamine ogni tanto non fa male.

Questo è un prodotto per il quale non si possono dare molti giudizi in quanto non si possono osservare benefici o problemi immediati quindi il mio giudizio è del tutto neutrale quindi mi fido del produttore e del prodotto.

La confezione ha il tappo anti bambino, quindi una sicurezza in più per i nostri bambini piccoli in questo modo non c’è pericolo che venga aperta inavvertitamente.

Le compresse rispetto ad un altro prodotto simile sono un tantino grosse, ma nonostante la grandezza non ho trovato nessun problema nella deglutizione

#RankBoosterReview #Sponsorizzata #veganvitality

Olio di Alghe Omega 3 Vegan Vitality

17,99
9.3

Qualita

9.5/10

Confezione

9.0/10

Giudizio personale

9.5/10

Pregi

  • Qualità del prodotto
  • Vegano 100%
  • Pappo di sicurezza

Difetti

  • Capsule più grandi rispetto alla concorrenza

Autore dell'articolo: Fabrizio